Spedizione Gratuita, in tutta Italia, con Ordini Superiori a 170€

Gli Stagionati Tradizionali

Gli Stagionati di Nero SemiBrado

I Cotti

Visualizza Tutti

La Carne da Cuocere

Carne Fresca di Maiale Nero

Cinghiale Umbro

Il Pollame Ruspante

Le Bombette

La Porchetta di Suino Umbro

La Scrocchiafegato

La Porchetta Cruda da Cuocere

Visualizza Tutti

La Pasta Fresca

Formaggi Km 0

Tartufo Fresco dell'Umbria

Dal Nostro Forno

Visualizza Tutto

La Nostra Storia

Nuova Sede 2022

Dove Siamo

Orari di Apertura

Club della Bombetta

La Grande Sbraciata

Il Tagliere degli Stagionati di Maiale Nero

Il Tagliere degli Stagionati tradizionali

Il Tagliere Invernale dei Cotti

Il Tagliere dei Pecorini

La carne fresca di maiale nero

Hai mai assaggiato la carne di maiale nero? Croccante, scioglievole. Unica nel suo genere, raggiunge il suo apice sulla brace, dove il grasso ha modo di sciogliersi e aromatizzare con il suo fumo la carne in cottura.

Il maiale nero è il maiale italiano originario prima che importassimo i maiali rosa dal nord Europa e dall'America. Si distinguono in particolare per la dominante cromatica nera, come la Mora Romagnola, il Nero siciliano (o dei Nebrodi), la Casertana e la Calabrese.
Oltre al colore tutte hanno in comune le modalità di allevamento: all'aperto, lontani dalle stalle, perchè estremamente resistenti agli sbalzi climatici e ad un'alimentazione di sopravvivenza. Da questo punto di vista hanno più tratti in comune con il cinghiale che con i cugini anglosassoni. La motivazione per cui sono stati soppiantati e quasi ridotti sull'orlo dell'estinzione dai maiali rosa è del tutto economica: velocità di accrescimento e miglior rapporto massa magra/massa grassa. Come a dire: crescono più in fretta, mangiano di meno, costano di meno e il pubblico consuma prodotti più magri e idonei alla linea.
Quel che il pubblico ignora è che il maggior tempo di accrescimento, l'alimentazione più varia e naturale e la libertà di movimento contribuiscono ad accumulare nell'organismo del maiale nero(e delle altre razze italiane) grassi insaturi come l'acido oleico, gli Omega 6 e gli Omega 3: “grassi buoni anticolesterolo” che, sul piano gustativo, conferiscono alla carne un sapore più gustoso e ne conservano un aspetto più sano e un colore rosso molto più intenso dei comuni maiali.

Cerca